Ravenna

L’origine della città di Ravenna è estremamente incerta. Chi la fa risalire ai Tessali, chi ai Tirreni e chi agli Umbri. C’è addirittura chi parla di popolazioni nomadi provenienti dal Mediterraneo orientale fra il terzo ed il primo millennio avanti Cristo.
Certo è che è una delle città più antiche del mondo. Prima capitale dell’Impero Romano d’occidente e poi di quello Romano d’oriente, preda di numerosi popoli a causa della sua eccezionale posizione strategica, spoliata del suo patrimonio artistico dai Longobardi, da Napoleone e da Carlo Magno, giunge ai giorni nostri conservando una minima parte di quello che era il suo sfarzo.
Ci sono comunque dei mosaici tra i più belli del mondo in luoghi preziosi come il Mausoleo di Galla Placidia e la Basilica di San Vitale. Ci sono chiese di severa compostezza come Sant’Apollinare in Classe e San Giovanni Evangelista, luoghi ben più recenti come la tomba di Dante Alighieri, il Magazzino dello zolfo, la Loggetta Lombardesca e la capanna di Anita Garibaldi.. Infine dintorni di pinete e valli altrettanto suggestive e rifugio di tante e rare specie di animali.
Ma da assorta e muta custode di un passato tanto grandioso quanto remoto, città amata e celebrata da poeti e scrittori quali D’Annunzio, Dante, Montale, Blok, Borges e Byron, nelle notti d’estate si trasforma in un grande palcoscenico con il “Ravenna Festival” che ospita personaggi come Muti, Maazel, Rostropovic, Pollini, i Wiener Philharmoniker, la Filarmonica della Scala….
Ci auguriamo che queste righe siano un invito al viaggio a Ravenna e, perchè no, ad una permanenza al “Bondi Bed and Breakfast”.

The origin of Ravenna is extremely uncertain. Someone set it between the third and the first millenium BC. Anyway is one of the ancient town in the world.
Capital city of the west Roman Empire, later of the east Roman Empire, prey of many people owing to her strategic position, victim of many dispossessions of its artistic heritages by Lombards, Napoleon and Charlemagne, arrived nowadays preserving the least part everything that was its magnificence. But there are the mosaics, the finest in the world, in precious places as Mausoleo of Galla Placidia and the Basilica of San Vitale. There are churches of austere semplicity as St. John the Evangelist and St. Apollinare in Classe, recent places as Dante Alighieri tomb, the Loggetta Lombardesca or Anita Garibaldi cottage.
Finally in the neighbourhood there are pinewoods and marshes shelter of many and rare kinds of animals.
Ravenna, mute guardian of a past grand and remote, loved and celebrated by great poets and writers as Dante, D’Annunzio, Montale, Blok, Borges and Byron, in summer nights transforms itself into a giant stage: the “Ravenna Festival” guests celebrity as Muti, Maazel, Rostropovic, Pollini, the Wiener Philharmioniker and the Philharmonic Orchestra of the Scala.
We hope that these lines will be an invitation to visit Ravenna and, why not, a short stay to “Bondi B. and B.”

 

Theme by HermesThemes

Copyright © 2017 Bondi B&B. All Rights Reserved